Blogg

  • La Beat Involution

    4 mar 2011, 17:18 av Dirtyfake

    Gio 3 Mar – Beat Revolution Fidelio Night 3 Marzo

    Articolo tratto da : C Inside

    Bello scherzo di carnevale ci hanno fatto ieri. La storia è vecchia, le sue dinamiche pure. Erano molti anni che non suonavo in un locale privo della decenza di attaccare almeno una locandina con i nomi delle band che si sarebbero esibite la sera. Tra queste sfortunate: i Dirtyfake. Ma forse, ripensandoci, è anche dovuto al fatto che i musicisti non sono chiamati ad esprimere davvero il proprio sound, cioè a fare risuonare uno strumento musicale o qualcosa che emetta suoni, bensì soltanto meri sibili, compressi e gracchianti. Ecco dunque perchè è inutile mettere i nomi delle band ma va bene lasciare quelli del dj set di Asia Argento (nota dj romana). Il locale, lo diciamo senza misteri, è il Radio Cafè (RM), che mi si diceva ieri, ha persino avuto un suo momento di gloria. Momento evidentemente passato da tempo, visto che non c'era nessuno per i suoi corridoi, a parte le persone (peraltro poche) che avevano portato le bands.
  • Dirtyfake - Dreams su Undergroundzine

    29 maj 2010, 17:33 av Dirtyfake

    http://files.splinder.com/2e9b7908a7555fe283fb146053db65f4_small.jpg

    Ascoltando i Dirtyfake ci immergiamo nella tipica atmosfera new wave anni 90. Le loro sonorità sono fortemente ispirate ai gruppi cardine di questa corrente e la stessa voce del cantante calza pienamente con tutte le cinque tracce. Mentre canta in alcuni momenti mi viene in mente Brian Molko. Nel pezzo “hollywould”, innanzitutto originale per il titolo, troviamo un ottima melodia nel ritornello che da una grande spinta al pezzo e lo avvicina a tratti alle melodie un po’ pop. Interessanti anche la tracce “Indiecation” e “On the local newspaper” dove la prima è abbastanza allegra come sonorità, mentre la seconda mi ricorda quei pezzi tristi alla Radiohead. Infine abbiamo “See My Dreams” a mio avviso il pezzo migliore. Il sinth in sottofondo e l’arpeggio di chitarra danno proprio l’idea di entrare in un sogno e riuscire a perdersi in esso. Se volevano fare musica indie o new wave, i Dirtyfake ci stanno riuscendo. (Franky)
  • Dirtyfake - Dreams su Music Club

    27 maj 2010, 09:09 av Dirtyfake

    http://en.qoob.tv/img/users/large/6895.jpg?ck=2.448672E-02

    Mai come al giorno d’oggi il mondo musicale underground italiano può definirsi ricco di sorprese e di gruppi molto validi, magari conosciuti da un numero ristretto di persone. I Dirtyfake, nati a Roma nel 1998 dalle ceneri di altri diversi progetti musicali nati negli anni ’90, sono da considerarsi ancora facenti parte di un sottobosco creativo, destinato forse un giorno ad un palcoscenico più importante. Sicuramente questa band romana suona molto post-rock, e convince soprattutto in due cose: le parti strumentali, ben curate e graffianti, e la vasta schiera di collaborazioni che ha saputo costruire in questi ultimi anni. La loro piccola fortuna inizia a materializzarsi nel 2005, quando vengono contattati dalla Soundz Production, attiva a Roma come agenzia di booking e di organizzazione di concerti per personaggi più noti, come Gazzè, Donà ed Afterhours. Grazie alla presenza sulla scena live romana…
  • Dirtyfake - Dreams EP su Artists and bands

    26 maj 2010, 20:12 av Dirtyfake

    Dirtyfake - Dreams

    http://www.artistsandbands.org/ita/uploads/photos/4850.jpg

    Anno: 2009
    Label: Autoprodotto
    Genere: Indie Rock/Alternative

    Tracklist:
    01. Esc(Ape)
    02. Holly would
    03. My Indiecation
    04. On the local newspaper
    05. See my dreams


    Diversi cambi di formazione, numerose collaborazioni ed un'intensa attività live hanno reso i romani Dirtyfake una delle realtà più promettenti della scena indipendente italiana. A dodici anni dal debutto e dopo le partecipazioni ad alcune compilation internazionali, la band pubblica Dreams, un breve ma intenso EP che dovrebbe anticipare l'uscita di un vero e proprio full length.

    I cinque brani che lo compongono si rivelano particolarmente interessanti sia a livello testuale che sonoro: l'opera si apre con le influenze post-rock di "Esc(ape)" per poi mostrare il proprio lato più malinconico e dark in "On the local newspaper". Anche i richiami alle band storiche della new wave anni '90 abbondano…
  • Dirtyfake | Dreams EP su Rockambula

    26 maj 2010, 10:20 av Dirtyfake

    http://files.splinder.com/2e9b7908a7555fe283fb146053db65f4_small.jpg

    Genere: Indie \ Alternative \ New Wave
    Etichetta: Autoproduzione
    Data di uscita: 7 gennaio 2010
    Voto: 4/5
    Website: Myspace

    I Dirtyfake sono una band di Roma formatasi alla fine degli anni '90. Il loro Ep, "Dreams", è uscito nel luglio 2009 ed è composto da cinque tracce.
    Il primo ascolto mi ha lasciato molto perplessa a causa dei continui riferimenti a band simbolo della New Wave (Cure e Smiths, per citare qualcuno), ma anche della corrente Indie \ Alternative (Placebo, Radiohead).
    L'influenza dei Placebo la si ha soprattutto a livello vocale, ma a differenza di Brian Molko, sia chiaro stimo (stimavo, a causa degli ultimi due album) molto il cantante dei Placebo, la voce di Fabrizio è un pò più "pulita" e varia in base alla traccia da cantare.
    Il sound dei Dirty fake è "dark", tipico della corrente musicale anni '80, ma allo stesso tempo innovativo: il genere New Wave è molto difficile da realizzare…
  • Recensione su Post.it

    16 jan 2010, 18:53 av Dirtyfake

    Ven 15 Gen – Kill The Nice Guy, Dirtyfake, Aphorisma

    Avventuratevi tra i cunicoli del Mads in via dei Sabelli 2 a S.Lorenzo per scoprire un luogo dove la musica é padrona di casa. Sempre di spessore la proposta artistica dell'ormai affermato circolo arci. Da segnalare tra le molte date, quella di venerdì 15, quando le sonorità grunge riempiranno le vostre sporche orecchie. Tre band si alterneranno sul palco del locale san lorenzino. Ad aprire la serata saranno i romani "Aphorisma". Sonorità brutali, crude con lampi tipicamente noise, ti arrivano come un destro in faccia. Nemmeno in tempo per riprendersi dalla botta che i "Kill The Nice Guy" spettineranno i tuoi bei capelli. Trio toscano composto per due terzi da donne, sprigioneranno tutta l'energia noise-grunge, potente e uniforme; imbracciano le chitarre per devastare chi si trova davanti e sotto i baffi un riso cupo e acido capace di miscelarsi in un composto esplosivo depredante. …