• Ilaria Argiolas , Saluto : singolo ed intervista alla giovane cantautrice romana

    5 feb 2014, 21:32 av Star_Music



    Ilaria Argiolas è una giovane cantautrice Romana con origini sarde, eclettica e travolgente che riesce a conquistare con la sua voce e la sua musica regalando moltissime emozioni, una ragazza che nonostante le mille difficoltà si è sempre data da fare raggiungendo sempre i suoi obbiettivi nonostante questi sembrassero irrealizzabili.

    Nel 2009 si diploma in tecniche internazionali di canto all’ accademia della musica e dello spettacolo di Napoli mentre nel 2011 l’incontro con Pier Paolo Palumbo editore e produttore del suo primo singolo “Prendimi le mani” le da la possibilità di firmare nel gennaio 2012 il contratto con la Kafer Records di Marco Adami collaborando anche con grandi musicisti di livello e fama internazionale, come il batterista Enzio Zaccagnini, il percussionista Giovanni Imparato, il bassista Luca Pirozzi, Bob Masala e il chitarrista Fabio Mariani.

    Ecco qui potete ascoltare Saluto il suo ultimo singolo :


    Oltre alle tue innumerevoli passioni il disegno , la poesia e la pittura sin da tenera èta grazie a tuo fratello Andrea hai coltivando una grande amore per la musica incominciando all’ eta di 6 anni a cantare sulle note di Battisti e De Gregori . Cosa ti ha affascinato di più nella musica di questi due grandi autori della musica italiana ?

    Le Parole, il contenuto delle canzoni, il significato, e inizialmente, devo essere sincera “la semplicità” del giro di accordi ripetuto”, questo mi impressionava… rimanevo affascinata da come poteva un semplice giro di accordi riuscire a dare emozioni così diverse!
    La cosa che mi colpiva di queste canzoni era l’impatto che le mie interpretazioni davano alla gente “se pure ero una bambina di nemmeno 10 anni”!

    Grazie ai molti sacrifici della tua famiglia all’ età di sette anni incominci a studiare chitarra esibendoti anche in locali, piazze e partecipando a numerosi concorsi . In che maniera i tuoi genitori ti sono stati vicini , quanto ti hanno aiutato a coltivare questa tua passione?

    Su questo posso raccontarvi un aneddoto divertente !Ho iniziato a suonare che neanche me ne sono resa conto e vedevo mio padre come l’uomo più critico e severo, esaminava ogni canzone che timidamente cercavo di interpretare, lo scoprivo spiarmi da dietro la porta e la maggior parte delle volte mi faceva pesare che non sapevo suonare bene, che il tempo nel cambio degli accordi era troppo lento rispetto alla canzone che suonavo, che ero stonata e per giunta troppo convinta di me. Però poi, puntualmente ogni volta che mi sedevo in salone e cantavo per loro lo vedevo piangere come un bambino indifeso… Col passare degli anni ho scoperto che quel pianto era l’emozione che involontariamente sapevo regalargli!

    Crescendo ti avvicini sempre di più alla musica cantautoriale italiana , uno dei tuoi punti di riferimento di questo genere diventa Fabrizio De Andre definito da molti anche un poeta . In che modo lo stile musicale di questa artista ha influito sulla tua formazione artistica ?

    Prima vi ho spiegato cos’è che mi attraeva della musica di De Gregori e se parliamo di testi musicali non potevo che innamorarmi del Poeta Maledetto! Da piccola ero un po’ chiusa e non avevo molti amici, per assurdo la musica mi aiutava a sentirmi meno sola… So’ che adesso mi prenderete per matta ma proprio la musica e questi testi così reali mi hanno aiutata ad aprirmi scrivendo e comunicando il mio stato d’animo tramite le canzoni, ha inciso molto sulla mia formazione in questo modo! Mi piaceva così tanto questa musica perché era controcorrente rispetto a quella dei miei coetanei, volevo essere diversa da loro, mi piaceva l’idea di andare in antipatia anche se questo mi faceva soffrire!

    Nel 2009 ti diplomi in tecniche internazionali di canto nell’accademia della musica e dello spettacolo di Napoli mentre nel 2011 grazie all’incontro con Pier Paolo Palumbo, editore e produttore del tuo primo singolo “Prendimi le mani” riesci a firmare un contratto discografico con la Kafer Records di Marco Adami.
    Quali sono le persone che ti hanno aiutato di più nel tuo percorso artistico e che magari vorresti ringraziare ?

    Appena ho letto questa domanda, e poi l’ho riletta, mi è venuto in mente quello che proprio quel giorno ho pensato, e cioè che per la prima volta mi sento di ringraziare Ilaria Argiolas!Il giorno che ho incontrato Pier Paolo Palumbo ero praticamente scappata da lavoro, per andare a suonare come ospite al Battello Paolus, sotto il Tevere, vicino l’Arapacis, non ero nemmeno sicura di voler andare a suonare, ma alla fine ho lasciato il lavoro e sono andata lì da sola.

    Quando lui si è avvicinato e si è presentato mi sono fatta forza, abbiamo iniziato a parlare e mi sono sentita una donna matura e coraggiosa come mai mi era successo prima.Un altro momento del quale debbo ringraziare ancora Ilaria Argiolasè stato quando Pier Parolo Palumo mi ha fatto conoscere il Folle “mi piace chiamarlo così, Marco Adami”, anche quel giorno ero sola, sono andata nel suo studio, mi sono fatta coraggio, entrambi mi sembravano così grandi e così importanti ed è il caso di dirlo che lì “ O Palla O Piede”!

    Per non parlare poi della costruzione di tutto l’EP… Ci vogliono tantissimi soldi per realizzare un EP, senza vantarmi, se volete le cifre ve le darò ma rimane il fatto che prima di permettermi una cosa del genere ho lavorato praticamente 16 ore al giorno! E ho pagato tutto con tutto quello che riuscivo a guadagnare!Mi facevo ogni volta 50 km per andare a registrare le canzoni, ora non voglio vantarmi di chissà cosa ho fatto per arrivare fino ad oggi, sicuramente ci saranno storie più emozionanti della mia, rimane il fatto è che questa è la verità e che per la prima volta sono proprio contenta di aver comperato la mia fiducia!

    Vorrei sottolineare che non è una questione di freddezza come negli anni mi è sempre stata criticata da molte persone, da amici e persone varie vicino a me, proprio questa freddezza mi ha portato a realizzare quello che non credevo potesse essere nemmeno il mio sogno, per me era così irraggiungibile che non avrei mai immaginato di fare un video clip di quella portata (Prendimi Le Mani ) e addirittura poi di fare l’EP….

    E quindi, chiamatela freddezza, egoismo però con tutta l’umiltà che posso avere e che mi hanno insegnato i miei genitori io voglio ringraziare la forza e la costanza che ho avuto per pagare e ritrovarmi quello che oggi mi ritrovo e avere come ripago anche questa piacevole e breve intervista che voi mi avete dedicato!

    Saluto è il nome del tuo ultimo singolo , un brano che in un certo senso parla anche della situazione e dei problemi che molta gente sta vivendo in questo periodo di crisi . Pensi che con l’ aiuto della musica si possano aiutare anche a sensibilizzar le molte persone ad affrontare i problemi che questo paese sta affrontando ?

    Allora…. La sensibilizzazione delle persone credo sia un fattore davvero improponibile, sono convinta che alle persone si possa comunicare qualcosa, un pensiero, una realtà…“Sensibilizzazione” è diventata una parola in “saldo”, usata molto dalle grandi aziende o agenzie di volontariato (sensibilizziamo la gente a questo; sensibilizziamo la gente a quest’altro) a forza di usare questa parola la gente invece di venire sensibilizzata si incattivisce, quindi non credo molto nella sensibilizzazione della gente forse perché i tempi sono un po’ cambiati, bisognerebbe utilizzare un altro modo, non so precisamente in che modo, non sono molto efficace sotto questo punto di vista però scrivere canzoni come “Saluto” è un modo ironico per comunicare una realtà che esiste, che è presente, e che è comprensibile a tutti… logicamente non voglio vantarmi di una canzone che ho scritto ma credo semplicemente che parlare di realtà, con un po’ di ironia, sia più efficace della sensibilizzazione sulla gente con frasi fatte e belle parole, anche perché, per lo meno qui in Italia, siamo gente che non ama molto le frasi fatte o le frasi di retorica e i lieti fine, quindi ripeto, non posso giurare di sapere quale sia lo strumento ideale per arrivare alle persone però ve lo potrò comunicare quando ci arriverò a comunicare con tutte queste persone, allora lì faremo un’altra intervista bellissima come questa e vi potrò dire come sono riuscita “non ha sensibilizzare la gente ma a fargli vedere a chi fa un pochino di fatica le cose come stanno”, no? Bho, io scrivo poi non lo so, mi sono dilungata troppo? Fatemi cantare che forse è meglio!

    Quali sono i tuoi progetti per il futuro , quali sono gli obbiettivi che vorresti riuscire a realizzare ?

    Allora, vediamo…
    Cantare Gracias a la Vida con Joan Baez, chitarre in mano, fuori il cancello gigante della casa bianca… però so che questo è qualcosa di quasi irrealizzabile, ma, a parte questo, Obama a parte, fino ad adesso se sono riuscita a realizzare quello che sognavo è stato perché non lo sognavo, quindi non voglio limitare i miei sogni perché ho paura che poi possano rimanere tali…Progetti ce ne sono e sono quelli di cantare ovunque, e se serve anche fuori il portone della casa bianca, e di farmi conoscere da più persone, perché adesso siamo in due, domani saremo in tre, dopo domani saremo quattro, non avendo i mezzi a disposizione specie quelli economici perché non prendiamoci in giro “quelli servono e anche tanto” quello che posso fare è questo, augurarmi di non sognare e fare, punto.

    Fonti :
    http://allmusicnews.altervista.org/blog/ilaria-argiolas-saluto-singolo-ed-intervista-alla-giovane-cantautrice-romana/
  • Intervista ad Alessandra Becelli che ci parla di Alibi il suo nuovo album

    3 jul 2013, 15:17 av Star_Music



    Alessandra Becelli umbra di nascita è un’interprete raffinata le cui sfumature vocali sono estremamente calde e gradevoli , grazie alla sua passione anche per l’ arte si è laureata in Scienze e Tecnologie della Produzione Artistica lavorando cosi anche in teatro , per il cinema e per Fiction Rai , nel 2009 partecipa per la prima volta a Sanremo arrivando tra le prime 20 classificate.

    Il 21 giugno esce il suo primo Ep “Alibi” che viene anticipato dal singolo “Solo Una Bugia” che riceve ottime recensioni dalla critica e totalizza quasi 200 mila visualizzazioni , in questo suo nuovo lavoro che la lancia nel mondo della discografia italiana collaborano grandi nomi come Francesco Morettini, Luca Angelosanti e Maltese autori dei brani di alcuni dei più grandi artisti del mondo della musica italiana come Mina , Renato Zero , Nina Zilli e Gianni Morandi.

    Il 18 giugno un altro grande successo, esce il secondo singolo “Una Meraviglia” affiancato dal videoclip realizzato dalla Pennylane di Duccio Forzano , in un intervista sul nostro sito Alessandra Becelli ci parla di tutto questo . Ecco il video l’ intervista e il testo della canzone.



    Intervista ad Alessandra Beccelli

    Prima di debuttare nel mondo della musica col Alibi il tuo nuovo Ep che ti apre le strade nel mondo della discografia italiana , ti sei laureata con lode in Scienze e Tecnologie della Produzione Artistica ed hai lavorato come costumista in alcuni dei più grandi teatri , per il cinema ed anche per alcune delle più importanti fiction della Rai . Potresti raccontarci questa tua esperienza?

    L’amore per l’Arte ha fatto sempre parte di me. Ho sempre sognato sin da bambina di disegnare e creare abiti, costumi e vestiti di ogni tipo. Non facevo altro che disegnarli: dalle elementari all’ università non ho mai smesso di creare. Arrivata in quinto superiore decisi di dare libero sfogo a questa mia eclettica personalità prendendo appunto una facoltà che mi permettesse di fare esperienza in un campo che sino ad allora non avevo mai preso in considerazione: il cinema, il teatro e la TV. Sono state esperienze bellissime che ho voluto fare sia durante gli anni universitari che dopo. Esperienze che mi hanno portata a collaborare con registi ed attori di grande livello, scoprendo un mondo affascinante, quando meraviglioso e difficile. Lavorare con i grandi è una bella responsabilità che mi ha formata tantissimo in quell’ ambiente. Ad un certo punto però la musica ha preso il sopravvento…

    Dopo il grande successo del brano “Solo Una Bugia” che ha ricevuto ottimi commenti dalla critica e che su YouTube sfiora quasi le 200 mila visualizzazioni , il 18 giugno esce “Una meraviglia” il tuo secondo singolo che anticipa l’ uscita del tuo nuovo album. Come mai la scelta del tuo nuovo singolo è ricaduta proprio su questo brano? Di cosa Parla?

    Sono molto legata a questo brano in quanto parla di sensazioni ed emozioni da me vissute personalmente, con cui ho dovuto convivere per anni e che per fortuna ora sono solo un ricordo. La canzone parla di una storia finita ma dentro la protagonista ancora viva ed accesa. I ricordi, la passione, le emozioni che viveva riaffiorano ogni giorno, ogni istante, tanto da non farla più sentire se stessa. E’ un brano intimo, sincero, vero.

    In Alibi il tuo nuovo album hanno collaborato grandi nomi come Francesco Morettini, Luca Angelosanti e Maltese autori dei brani di alcuni dei più grandi artisti del panorama della musica italiana come Mina , Renato Zero , Nina Zilli e Gianni Morandi. Come è stato lavorare con loro?

    Lavorare con loro è stato bellissimo sia umanamente che artisticamente. Sono state persone favolose che hanno saputo con la loro professionalità e pazienza dare voce ad Alessandra persona ed artista. Un intenso lavoro di squadra che ha portato alla realizzazione di “AliBi”. Ho voluto puntare alla qualità e sono molto soddisfatta perché con loro tutto questo è stato possibile.

    Dopo l’ uscita del tuo nuovo Ep disponibile già dal 21 giugno, quali saranno i tuoi prossimi impegni?

    Con il mio team stiamo cercando di organizzare un mini tour per presentare e promuovere l’album. Intanto continuo il lavoro su me stessa, cercando di scoprire anche sonorità, altri mondi, altre canzoni, scrivere altre canzoni e continuare questo viaggio.

    Testo Una Meraviglia:

    Ma quanta terra e quanto mare
    Quanto bene, quanto male
    Quanti baci andati persi da desiderare
    Mi hai detto fermati un momento
    Non riesco più a pensare
    E io invece di capire ti ho lasciato andare
    Ma ancora ti sento
    Sento ancora quei brividi dentro
    È un soffio di vento
    In silenzio continuo ad urlare
    Che sei una meraviglia
    L’unica cosa che davvero mi somiglia
    Tu sei il mio alibi perfetto
    Quando non mi sento io
    Perché il crimine peggiore
    È averti detto addio
    Nei miei pensieri la tua voce
    Ancora calda come brace
    È uno sparo nella notte
    Non mi da più pace
    Senza più sogni vado fuori
    Siamo persi, siamo soli
    Ma tu dimmi cosa serve adesso ai nostri cuori
    Io ancora ti sento
    Come un taglio sei rimasto dentro
    Leggero tormento
    In silenzio continuo ad urlare
    Che sei una meraviglia
    L’unica cosa che davvero mi somiglia
    Tu sei il mio alibi perfetto
    Quando non mi sento io
    Perché il crimine peggiore
    È averti detto addio
    Ma so che un giorno torneremo come ladri ai nostri covi
    E spariranno le paure, come alle rose i loro rovi
    Vedrò volare i tuoi capelli sulla tua pelle vaniglia
    Tu che sei, sei…
    Sei una meraviglia…
    L’unica cosa che davvero mi somiglia
    Tu sei il mio alibi perfetto
    Quando non mi sento io
    Perché il crimine peggiore
    È averti detto addio
    È averti detto addio

    Alessandra Becelli
    AliBi

    Fonti
    http://allmusicnews.altervista.org/blog/intervista-ad-alessandra-becelli-che-ci-parla-di-alibi-il-suo-nuovo-album/
  • “Dimentico Tutto” il nuovo singolo di Emma Marrone

    20 jun 2013, 12:04 av Star_Music


    E uscito Dimentico Tutto è il nuovo singolo di Emma Marrone terzo estratto da Schiena il suo ultimo album e sarà in rotazione radiofonica da venerdì 21 maggio, tra gli autori della canzone ci sono Francesco Tarducci noto come Nesli.

    Testo Dimentico Tutto:
    Il sorriso non lo perder mai
    qualunque cosa ti accada
    qualcosa ti inventerai
    non la vedi ma è la tua strada
    e quando ti accorgerai
    ti sembrerò un’altra storia
    e quella che lascerai
    e non si toglie più
    l’avere della paura
    a meno che tu
    non ricordi com’era
    qua a subirci ancora tante volte
    questa vita è forte
    trova le risposte

    e intanto dimentico tutto
    dimentico tutti
    i luoghi che ho visto, le cose che ho detto
    i sogni distrutti,
    la storia non è la memoria, ma la parola
    non vedi che cosa rifletti
    sopra un mare di specchi si vola

    il tramonto lo guarderai
    come fosse l’ultimo al mondo
    e negli occhi che rimarrai
    come fossi l’unica al mondo
    e se il tempo lo stringi in mano
    il giorno dura un secondo
    tu sempre più lontano
    e tutto il bene sei tu
    perché il destino ci spezza
    e perché non vuoi più
    più nessuna tristezza
    qua a subirci ancora tante volte
    questa vita è forte
    trova le risposte

    e intanto dimentico tutto
    dimentico tutti
    i luoghi che ho visto, le cose che ho detto
    i sogni distrutti,
    la storia non è la memoria, ma la parola
    non vedi che cosa rifletti
    sopra un mare di specchi si vola

    Io, lei, voi
    la mia vita e la tua vita
    qui morirei domani
    dai non dire così
    guarda in alto con la testa fammi di sì
    qui ora adesso poi so che cos’è che vuoi
    l’alluvione su di noi
    stringimi più che puoi
    fuori il tempo sta finendo
    non parlare se non vuoi
    chiudi gli occhi d’ora in poi
    d’ora in poi

    qua a subirci ancora tante volte
    questa vita è forte
    trova le risposte

    e intanto dimentico tutto
    dimentico tutti
    i luoghi che ho visto, le cose che ho detto
    i sogni distrutti
    la storia non è la memoria, ma la parola
    non vedi che cosa rifletti
    sopra un mare di specchi si vola

    e intanto dimentico tutto
    dimentico tutti
    i luoghi che ho visto, le cose che ho detto
    i sogni distrutti
    la storia non è la memoria, ma la parola
    non vedi che cosa rifletti
    sopra un mare di specchi si vola.
    Emma MarroneSchiena
  • Intervista a Giulia Cali che presenta “Inferno” il suo nuovo singolo

    11 jun 2013, 15:06 av Star_Music


    Il 28 maggio è uscito “Inferno” il nuovo singolo di Giulia Cali una giovanissima e talentuosa artista emergente con tanta passione per la musica , il brano è contenuto dentro “Vola” il suo primo album realizzato in collaborazione con la sua band costituita da Tommaso Macelloni alle chitarre , Giacomo Ferrari alle tastiere , Lorenzo Forti al basso , Gianmarco Colzi alla batteria e Ben Frasinelli come fonico . Oggi in un intervista esclusiva sul sito di All Music News ci parla di se e di questo suo ultimo lavoro.

    Ecco qui il video di Inferno:


    Sin da quando eri piccola dall’ eta di 11 anni hai coltivato una grande passione per la musica iniziando ad imparare a suonare la chitarra e scrivendo le tue prime canzoni , cosa ne pensavano i tuoi genitori di questa tua grande passione?

    I miei genitori mi hanno sempre sostenuta in qualsiasi cosa, ed ancora di più nella musica, spronandomi a dare sempre il massimo. La mia passione in fondo la devo anche a loro, ricordandomi di quando insieme ascoltavamo i grandi artisti della musica italiana. Poi con il crescere mi hanno sempre più sostenuta nella realizzazione di questo sogno.

    Nel 2012 apri un canale You Tube dove inizi a pubblicare i video di alcune delle tue cover di grandi artisti del panorama musicale italiano e straniero raggiungendo oltre 20 mila visualizzazioni e molti iscritti , cosa diceva la gente di te?

    Inaspettatamente le persone hanno iniziato a fare molti commenti positivi! Non mi aspettavo così tanta “ammirazione”. Hanno iniziato a definirmi come un talento della musica, augurandomi un giorno di avere successo, ed anche complimenti sul timbro della mia voce, non essendo particolarmente comune, e sulle mie interpretazioni. Ma i commenti più belli sono quelli sulle canzoni inedite. La soddisfazione più grande è quando vieni apprezzata per qualcosa di tuo, qualcosa che hai creato

    Il 28 maggio si realizza un grande sogno per te , esce “Inferno” il nuovo singolo estratto da “Vola” il tuo primo album. Di cosa parla questo brano?

    “Inferno” è la canzone che più rappresenta l’album, infatti ho voluto inserire anche una versione acustica all’interno. Il brano racconta di me e delle mie esperienze, che alla fine non sono solo mie. Parla di come alcuni episodi della vita possono farti male, quasi costringendoti a mollare tutto. Dentro di te conservi però quella forza di lottare che alla fine ti fa andare avanti, ma con la consapevolezza di quello che è stato. Le esperienze ti fanno spingere il cuore e non lasciare le emozioni entrare, ma nonostante questo trovi sempre la forza di rialzarti.

    L’album vola contiene sei tracce più una versione acustica, quali altre sorprese puo riservarci l’ ascolto di questo album?

    La speranza è sempre quella di trasmettere qualcosa. L’emozione è alla base della musica! Spero che questo album possa quindi emozionare e far riflettere allo stesso tempo. All’interno ci sono brani più “carichi” ed altri più lenti. E’ un album che si può ascoltare in ogni occasione.

    Con l’ uscita di questo tuo primo album quali sono i tuoi progetti o le tue ambizioni per il futuro?

    Spero che la mia musica possa essere conosciuta in tutta Italia, anche collaborando con altri artisti. Mi piacerebbe accompagnare il tutto con live e concerti vari, perchè in fondo quello che conta davvero è il contatto con le persone. Per il momento il mio unico grande progetto è “Vola”.

    Testo Inferno:

    Spento il cuore non lascio le emozioni entrare
    non sento più dolore non mi faccio più fregare
    e se qualcuno lassù mi sta sentendo
    spero mi venga a salvare da questo inferno

    Il tempo scorre come le mie parole
    non vorrei qui ma vorrei essere altrove
    e ricordarmi che le cose migliori
    non sono quelle che vedi ma sono quelle che scopri

    Di vita ne ho vissuta per raccontarti tutto questo
    ogni conseguenza ad ogni singolo gesto
    sento ancora sulla pelle lacrime amare
    ma questo cuore a lottare non si vuole fermare

    E cerco di dimenticare e ripartire da zero
    cerco di ricordarmi quella che un giorno ero
    ma la rabbia e la freddezza ormai fan parte di me
    le esperienze della vita ti cambiano sempre

    Ormai inutile piangere sul passato
    ciò che ho avuto ho avuto e ciò che ho dato ho dato
    a testa alta io percorro la mia strada
    tra me e i miei obiettivi non c’è nulla che separa

    Spento il cuore non lascio le emozioni entrare
    non sento più dolore non mi faccio più fregare
    e se qualcuno lassù mi sta sentendo
    spero mi venga a salvare da questo inferno
    Spento il cuore non lascio le emozioni entrare
    non sento più dolore non mi faccio più fregare
    più fregare..

    Il cielo crolla come le mie speranze
    sono episodi, sono le circostanze
    a farti credere che nella tua vita
    non ci sia solo discesa ma quasi tutta salita

    È facile parlare senza mai agire
    stare fermi per paura di soffrire
    per poi capire che la tua esistenza
    si fonda sulla tua gioia mista alla tua sofferenza

    E cerco di dimenticare e ripartire da zero
    cerco di riniziare dai sogni che avevo
    ma la sicurezza ormai non fa più parte di me
    le esperienze della vita ti sconvolgon sempre

    Ormai inutile rimpiangere il passato
    mi vivo il presente pensando a ciò che è stato
    e faccio carico di tutte le parole
    che ho detto e scritto in questa canzone

    Spento il cuore non lascio le emozioni entrare
    non sento più dolore non mi faccio più fregare
    e se qualcuno lassù mi sta sentendo
    spero mi venga a salvare da questo inferno
    Spento il cuore non lascio le emozioni entrare
    non sento più dolore non mi faccio più fregare
    più fregare..

    Sento ancora sulla pelle lacrime amare
    ma questo cuore a lottare non si vuole fermare
    e sto ferma per paura di soffrire
    ma stando fermi non si fa altro che continuare a morire

    E gli anni passano
    e gli anni creano
    e gli anni scorrono
    gli anni distruggono (anche me)

    Giulia Cali

    fonti:
    http://allmusicnews.altervista.org/blog/giulia-cali/
  • “Tales Of Us” il nuovo album delle Goldfrapp

    11 jun 2013, 12:20 av Star_Music


    Ritornano nelle scene musicali le Goldfrapp , il duo composto da Alison e Will Gregory ha annunciato l’ uscita del loro nuovo album di inediti chiamato Tales Of Us il primo dopo la raccolta celebrativa di singoli e la chiusura dei loro rapporti lavorativi con la EMI. L’ album sara pubblicato il 9 settembre nel Regno Unito ma è gia possibile acquistarlo su loro sito ufficiale nella sezione apposita qui http://goldfrapp.sandbaghq.com/nei i formati fisici CD o Vinile, edizioni deluxe in DVD a tiratura limitata con tanto di dediche autografe e ‘chicche’ assortite o sul sito di iTunes nella versione digitale. Ecco qui il trailer di Tales Of Us che trovate nel video su You Tube :



    Tracklist Tales Of Us:

    1. Jo
    2. Annabel
    3. Drew
    4. Ulla
    5. Alvar
    6. Thea
    7. Simone
    8. Stranger
    9. Laurel
    10. Clay
    Goldfrapp
  • “Mechanical Bull” il nuovo album dei Kings Of Leon

    8 jun 2013, 12:56 av Star_Music


    I Kings Of Leon dal tornano con un nuovo album dal titolo Mechanical Bull che uscirà il 24 settembre dopo le disavventure di due anni fa in cui avevano dovuto annullare il loro tour per colpa della stanchezza e la rehab del cantante. Il disco è stato registrato a Nashville sempre in collaborazione col produttore Angelo Petraglia nei nuovi studi di proprietà della band e sara anticipato dal singolo Super Soaker che uscirà a meta luglio

    Fonti:
    http://allmusicnews.altervista.org/blog/mechanical-bull-il-nuovo-album-dei-kings-of-leon/

    Kings of Leon
  • E uscito “Vieni Con Me” il video del nuovo singolo di Chiara

    7 jun 2013, 15:34 av Star_Music



    E uscito Vieni Con Me il video del nuovo singolo di Chiara estratto dall’album Un posto nel mondo presentato in anteprima nei prossimi giorni su Sky Uno e sul sito del Corriere della Sera. Nel video Chiara veste i panni di capitano dei pirati ed insieme alla sua ciurma gira con un forziere pieno di tesori negli splendidi paesaggi costieri e campani della Puglia ,il videoclipfirmato è stato realizzato da Alessandro D’Alatri regista e sceneggiatore di cinema, pubblicità e teatroche ha realizzato piu di 300 spot pubblicitari e film che hanno ottenuto riconoscimenti internazionali : Grand Prix de Cannes, Clio Awards per la pubblicità, David di Donatello, Nastro D’Argento, Ciak D’oro per il cinema.

    Testo Vieni Con Me:

    Questo vento che
    soffia dentro di me
    mi porta lontano ma immobile.
    Il mare è calmo,
    io mi chiedo perché
    il cielo e lo stesso
    ma non l’orizzonte.
    Il mio dov’è?
    E tu dove sei?
    Se stai cercando
    anche tu come me
    un posto nel mondo
    di comete e lucciole
    allora vieni con me,
    vieni con me
    Stammi accanto
    un passo dalle favole
    la somma perfetta
    è io più te,
    io più te
    Se stai cercando
    anche tu come me
    un posto nel mondo
    di comete e lucciole
    Se poi ci credi
    anche tu come me
    che per la felicità
    non si paga più niente
    allora vieni con me
    vieni con me
    Se stai cercando
    di scegliere come me
    un posto nel mondo
    in cui dipingere nuvole
    allora vieni con me,
    vieni con me,
    vieni con me,
    vieni con me,
    vieni con me,
    vieni con me.

    Fonti:

    http://allmusicnews.altervista.org/blog/e-uscito-vieni-con-me-il-video-del-nuovo-singolo-di-chiara/


    Chiara

    Un posto nel mondo
  • “Everything has changed” il video del nuovo singolo di Taylor Swift

    6 jun 2013, 16:28 av Star_Music



    E uscito “Everything has changed” il video del nuovo singolo di Taylor Swift ultimo estratto da Red che vede la cantante pop country impegnata in un duetto con Ed Sheeran

    Nel video vediamo due bambini che passano il loro tempo e le attività della scuola insieme legati da un profondo sentimento di amicizia , alla fine si scopre essere i figli di Taylor Swift e Ed Sheeran mentre vengono presi dall’ uscita della scuola dai loro genitori.


    Testo Everything has changed:

    All I knew this morning when I woke
    Is I know something now, know something now I didn’t before
    And all I’ve seen since eighteen hours ago
    Is green eyes and freckles and your smile
    In the back of my mind making me feel like

    I just wanna know you better know you better know you better now
    I just wanna know you better know you better know you better now
    I just wanna know you better know you better know you better now
    I just wanna know you know you know you

    ‘Cause all I know is we said “Hello”
    And your eyes look like coming home
    All I know is a simple name
    Everything has changed
    All I know is you held the door
    You’ll be mine and I’ll be yours
    All I know since yesterday is everything has changed

    [Ed Sheeran]
    And all my walls stood tall painted blue
    And I’ll take them down, take them down and open up the door for you
    [Taylor Swift]
    And all I feel in my stomach is butterflies
    The beautiful kind, making up for lost time,
    Taking flight, making me feel like

    I just wanna know you better know you better know you better now
    I just wanna know you better know you better know you better now
    I just wanna know you better know you better know you better now
    I just wanna know you know you know you

    ‘Cause all I know is we said “Hello”
    And your eyes look like coming home
    All I know is a simple name
    Everything has changed
    All I know is you held the door
    You’ll be mine and I’ll be yours
    All I know since yesterday is everything has changed

    Come back and tell me why
    I’m feeling like I’ve missed you all this time, oh, oh, oh
    And meet me there tonight
    And let me know that it’s not all in my mind

    [Taylor Swift]
    I just wanna know you better know you better know you better now
    I just wanna know you know you know you

    [Both]
    ‘Cause all I know is we said “Hello”
    And your eyes look like coming home
    All I know is a simple name
    Everything has changed
    All I know is you held the door
    You’ll be mine and I’ll be yours
    All I know since yesterday is everything has changed

    All I know is we said “Hello”
    So dust off your highest hopes
    All I know is pouring rain and everything has changed
    All I know is the new found grace
    All my days I know your face
    All I know since yesterday is everything has changed

    Fonti:
    http://allmusicnews.altervista.org/blog/everything-has-changed-il-video-del-nuovo-singolo-di-taylor-swift/

    Taylor Swift
    Ed SheeranRed
  • Mariah Carey annuncia l’ uscita del suo nuovo album

    6 jun 2013, 16:20 av Star_Music

    .
    Mariah Carey ha annunciato tramite Twitter la data dell’uscita del suo nuovo album “The New Era Begins.. 7/23 #MC723″, l’ album uscirà il 23 luglio 2013 anche se adesso non ha ancora un titolo ed è prodoto da Bryan-Michael Cox, Hit-Boy, The-Dream e Jermaine Dupri.

    Mariah Carey
  • “Sapessi Dire Di No” edizione speciale del nuovo album di Biagio Antonacci

    27 okt 2012, 17:38 av Star_Music


    Uscirà questo 20 novembre un edizione speciale dell’ album “Sapessi Dire Di No”di Biagio Antonacci che ha conquistato la Top Ten nelle classifiche italiane per ben 12 settimane con singoli di grande successo come “Ti dedico tutto”, “Non vivo più senza te” e l’ uiltimo “Insieme finire”.

    Quest’ edizione nuovo cofanetto contiene 4 nuovi inediti :

    “ONE DAY (Tutto prende un senso)” scritto e interpretato in collaborazione con Pino Daniele.

    “CI VUOLE TEMPO”, che Biagio Antonacci ha composto e registrato in maniera piuttosto insolita durante le pause di attesa nel suo camerino prima dei concerti di Roma (13 ottobre), di Eboli (16 ottobre), e di Bari (20 ottobre)

    “DORMI NEL CUORE (SLEEP ON MY HEART)”, ritradotto il testo in parte in inglese per consentire l’ interpretazione in duetto con Rebecca Fergusson

    “I SOLI” un brano di Giorgio Gaber reinterpretato da Biagio Antonacci per rendere omaggio a questo grande autore

    Fonti:http://allmusicnews.altervista.org/blog/sapessi-dire-di-no-edizione-speciale-del-nuovo-album-di-biagio-antonacci/

    Biagio Antonacci